Non c’è sapienza, né fede, né bellezza, se non ho in me la Carità. Solo l’amore è specchio dell’Eterno, non finirà in un tramonto. Non c’è potenza, né forza, né speranza, se non ho in me la Carità. Un grido sale da chi non ha che te Signore della vita. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. Tra le mie braccia il dono del conforto Nel mio silenzio la forza del perdono Nei miei pensieri la strada verso te Signore della vita. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. In te si si fa realtà, in te si fa realtà, in te si fa realtà.
Tossicodipendenti
Tossicodipendenti
AIUTO A TOSSICODIPENDENTI E CARCERATI
 

 

 

La comunità partecipa attivamente a progetti di recupero di tossicodipendenti e carcerati, in collaborazione con Associazioni nate dall'impulso di Figlie della Carità


 

 Centro di solidarietà "Santa Luisa"  

Il programma del centro è di preparare i tossicodipendenti all'entrata in una comunità terapeutica. Il centro è dotato di un ambulatorio quotidiano per l'ascolto dei tossicodipendenti provenienti dalla strada. Gestisce una casa di accoglienza per l'aiuto immediato al tossicodipendente, che vuole predisporsi ad uscire dal suo disagio. Il percorso educativo prevede una serie di colloqui per aiutare e sostenere l'elaborazione di una sufficiente motivazione per staccarsi dalla tossicodipendenza. I colloqui si svolgono in via San Giorgio 8, Cagliari (tel. 070-665600).
 

Comunità Primavera

E' una comunità terapeutica in località Santa Maria La Palma, Alghero, sorta nel 1980 (tel.079-999191). 

Tre Figlie della Carità sono inserite nell'équipe pedagogico-riabilitativa come operatrici stabili, a diversi titoli. Abitano insieme ai giovani, condividendo con loro la vita di tutti i giorni. Una di loro è infermiera e si occupa dei loro problemi di salute. Un'altra ha in carico i problemi giudiziari dei giovani: tiene i contatti con la magistratura, gli avvocati, il Tribunale. Un'altra si occupa dell'organizzazione della cucina e della dispensa.

I giovani sono 25, di età tra i 20 e i 50 anni. Dato l'evolversi della tossicodipendenza sono quasi tutti in doppia diagnosi, perché le droghe che assumono sono molteplici: e questo causa un deterioramento della condizione psicologica, che richiede l'intervento di psichiatri.

Il programma ha la durata di due anni ed è strutturato su tre linee direttive: la psicoterapia, la socioterapia e l'ergoterapia. La psicoterapia si svolge con sedue bisettimanali, condotte da psicologi e referenti. La socioterapia attraverso il lavoro di gruppo e la verifica dei comportamenti quotidiani fatta comunitariamente. L'ergoterapia attraverso l'inserimento in settori di lavoro, che sono: la falegnameria, saldocarpenteria e officina meccanica, allevamenti vari con la trasformazione dei prodotti (caseificio, apiario).
 

Centro di accoglienza "Giovani in cammino"

Loc. Maritza, "La Tonnara", Sorso (SS) - tel. 079-367138

L'Associazione "Giovani in Cammino" è nata a Sassari nel 1996, in seguito all'interesse di un gruppo di volontari sostenuti dalla Figlia della Carità suor Maddalena Fois. I volontari, riscontrando sul territorio una situazione di emergenza legata al disagio giovanile, in particolare la tossicodipendenza e la detenzione, hanno deciso di impegnarsi per venire i soccorso di questa emergenza.

Attualmente l'associazione s'inserisce ad operare nella fase del reinserimento dell'ex-tossicodipendente e dell'ex-detenuto aiutandoli ad inserirsi nel tessuto sociale-produttivo. A questo scopo, dopo averla ristrutturata, gestisce una casa a Maritza, in cui è funzionante un laboratorio per attività artigianali. I giovani accolti attraverso un programma concordato con le autorità giudiziarie si presta ad accogliere giovani in semi-libertà.

Con alcuni volontari vengono incontrati i detenuti all'interno del carcere, offrendo progetti mirati in favore di quelli che possono usfruire delle misure alternative alla carcerazione previste dalla legge.



icona avanti indietro 10