Non c’è sapienza, né fede, né bellezza, se non ho in me la Carità. Solo l’amore è specchio dell’Eterno, non finirà in un tramonto. Non c’è potenza, né forza, né speranza, se non ho in me la Carità. Un grido sale da chi non ha che te Signore della vita. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. Tra le mie braccia il dono del conforto Nel mio silenzio la forza del perdono Nei miei pensieri la strada verso te Signore della vita. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. In te si si fa realtà, in te si fa realtà, in te si fa realtà.
messe e orazioni per varie necessità
messe e orazioni per varie necessità
 
Le Messe e le orazioni raccolte in questa parte del Messale si possono usare per varie necessità e occasioni.
I formulari delle prime tre sezioni si possono usare sia nella Messa con il popolo, sia in quella senza il popolo, a meno che eventuali motivi pastorali non suggeriscano diversamente.
 


 

MESSE E ORAZIONI

PER VARIE NECESSITÀ

 

1. Le Messe e le orazioni raccolte in questa parte del Messale si possono usare per varie necessità e occasioni.
I formulari delle prime tre sezioni si possono usare sia nella Messa con il popolo, sia in quella senza il popolo, a meno che eventuali motivi pastorali non suggeriscano diversamente.
 
2. Le Messe dotate di formulario intero – antifone e orazioni – hanno anche letture proprie nel Lezionario.
 
3. Fermo restando quanto è detto al n.1, nelle ferie del Tempo Ordinario il sacerdote può sempre usare liberamente tutte le orazioni qui riportate o anche la sola colletta.
 
 
4. Alcuni testi liturgici che sono indicati al maschile singolare nei singoli casi dovranno essere adattati sia per il genere che per il numero.
 
 
5. Queste Messe si possono dire con il colore proprio del giorno o del Tempo o con il colore violaceo se hanno carattere penitenziale come ad esempio le Messe «In tempo di guerra e di disordini, In tempo di fame» e «Per la remissione dei peccati».
Istruzione sui calendari particolari, «Calendaria particularia», 2 giugno 1970, n. 40).
 

 

 

I.    PER LA SANTA CHIESA

 

PER LA CHIESA UNIVERSALE

1.

 

antifona d’ingresso

Il Signore ci ha fatto conoscere
il mistero della sua volontà:
unificare in Cristo tutte le cose,
quelle del cielo e quelle della terra.               Cfr Ef 1, 9.10                                          
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che nella tua provvidenza
hai voluto estendere il regno di Cristo
sino agli estremi confini della terra,
per rendere partecipi tutti gli uomini dei benefici della redenzione,
fa’ che la tua Chiesa, sacramento universale di salvezza,
manifesti e attui nel mondo il mistero del tuo amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Padre misericordioso, i doni della comunità cristiana,
e per la potenza del tuo Spirito, che opera in questo sacramento,
fa’ che la moltitudine dei credenti
esprima sempre più la sua dignità
di stirpe eletta, sacerdozio regale, gente santa, popolo da te redento.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario VIII
 
 
 

antifona alla comunione

                        Lo Spirito e la sposa dicono: Vieni.
Amen. Vieni, Signore Gesù.              Ap 22, 17-20
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, nostro Padre,
che alla mensa dei santi misteri nutri e fai crescere la Chiesa,
donaci di accogliere il messaggio del tuo amore,
per divenire nel mondo lievito e strumento di salvezza.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

2.

 

antifona d’ingresso

Apparve una moltitudine immensa,
che nessuno poteva contare,
di ogni tribù, lingua, popolo e nazione.         Cfr Ap 7, 9                                              
 

 

 

COLLETTA

O Padre, che nella nuova alleanza,
inaugurata dal Cristo tuo Figlio
continui a radunare il tuo popolo
da tutte le nazioni della terra
nell’unità di un solo Spirito,
fa’ che la tua Chiesa, fedele alla sua missione,
condivida sempre le gioie e le speranze dell’umanità,
e si riveli come lievito e anima del mondo,
per rinnovare in Cristo la comunità dei popoli
e trasformarli nella tua famiglia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accetta, o Padre, i doni per il sacrificio,
e concedi alla tua Chiesa,
che hai tratto dal fianco aperto del tuo Figlio,
addormentato sulla croce,
di attingere alla fonte dei tuoi misteri
lo Spirito di santità,
per corrispondere sempre più all’amore nuziale del Cristo.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario VIII
 
 
 

antifona alla comunione

                        Un soldato gli trafisse il costato con la lancia
e subito ne uscì sangue e acqua.                    Gv 19, 34
 
Oppure:
Lode, gloria, sapienza azione di grazie,
onore, potenza e forza al nostro Dio
nei secoli dei secoli. Amen.                           Ap 7, 12
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che in Cristo sacramento di salvezza
ci doni la potenza creativa del tuo Spirito,
rendi feconda l’opera della tua Chiesa
perché riveli l’inesauribile ricchezza del Vangelo ai poveri,
che tu hai scelto come eredi privilegiati del tuo regno.
Per Cristo nostro Signore.
 
 

3.

 

antifona d’ingresso

«Dove due o tre sono riuniti
nel mio nome,
io sono in mezzo a loro»,
dice il Signore.                       Mt 18, 20                                               
 
Oppure:
Noi siamo membra gli uni degli altri,
e formiamo in Cristo un solo corpo.              Cfr. Rm 12, 5
 

 

COLLETTA

Dio onnipotente,
concedi alla tua Chiesa
di esser sempre fedele alla sua vocazione
di popolo radunato
dall’unità del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo,
per manifestarsi al mondo
come segni di santificazione e di comunione,
e condurre gli uomini alla pienezza del tuo amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, nostro Padre,
per questo memoriale dell’immenso amore del tuo Figlio,
fa’ che tutti gli uomini,
mediante l’azione missionaria della Chiesa,
possano gustare il frutto della redenzione.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio dell’unità dei cristiani.
 
 
 

antifona alla comunione

Uno solo è il pane,
e noi, pur essendo molti, siamo un corpo solo,
perché partecipiamo tutti
dell’unico pane e dell’unico calice.               Cfr. 1 Cor 10, 17
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che in questo mirabile sacramento
comunichi alla Chiesa la tua forza e la tua pace,
donaci di aderire intimamente a Cristo,
per edificare, con il lavoro quotidiano,
il tuo regno di libertà e di amore.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

4.

 

antifona d’ingresso

«Padre, prego per quelli che crederanno in me,
perché siano in noi una cosa sola
e il mondo creda che tu mi hai mandato».    Gv 17, 20.21                        
 
 

 

COLLETTA

Dio onnipotente ed eterno,
che hai rivelato in Cristo la tua gloria a tutte le genti,
custodisci l’opera della tua misericordia,
e fa’ che la santa Chiesa, diffusa su tutta la terra,
perseveri con saldezza di fede
nella confessione del tuo nome.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, che dall’unico sacrificio
hai fatto scaturire i doni pasquali
che rendono pura e santa la tua Chiesa,
fa’ che, unita a Cristo suo capo,
si offra a te,
e sia sempre docile strumento della tua volontà.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario VIII.
 
 
 

antifona alla comunione

«Chi rimane in me e io in lui,
porta molto frutto,
perché senza di me non potete far nulla».     Gv 15, 5
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, guarda con bontà la tua Chiesa,
che hai nutrito alla mensa dei santi misteri,
e guidala con mano potente,
perché cresca nella perfetta libertà
e custodisca la purezza della fede.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER LA CHIESA LOCALE

 

antifona d’ingresso

Cristo ci ha amati e ci ha liberati dai nostri peccati
con il suo sangue,
e ha fatto di noi un regno di sacerdoti
per il suo Dio e Padre,
a lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen.         Cfr Ap 1, 5-6                                           
 

 

 

COLLETTA

O Padre, che nelle singole Chiese, pellegrine sulla terra,
manifesti la tua Chiesa, una santa cattolica e apostolica,
concedi a questa tua famiglia, raccolta intorno al suo pastore,
di crescere mediante il Vangelo e l’Eucaristia
nella comunione del tuo Spirito,
per divenire immagine autentica
dell’assemblea universale del tuo popolo
e strumento della presenza del Cristo nel mondo.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, nostro Padre,
per questo memoriale dell’immenso amore del tuo Figlio,
fa’ che tutti gli uomini, mediante l’azione pastorale della Chiesa,
possano gustare il frutto della vita
riconquistato con il sacrificio della croce.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario VIII
 
 
 

antifona alla comunione

                        «Ecco, sto alla porta e busso», dice il Signore.
«Se uno ascolta la mia voce e mi apre,
io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me».  Ap 3, 20
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Fiorisca sempre nella Chiesa N., o Padre,
fino alla venuta del Cristo suo Sposo,
l’integrità della fede, la santità della vita,
la devozione autentica e la carità fraterna:
tu che la edifichi incessantemente
con la parola e il corpo del tuo Figlio,
non privarla mai della tua paterna protezione.
Per Cristo nostro Signore.
 
Come orazioni sulle offerte e dopo la Comunione si possono usare anche quelle degli schemi precedenti.
 
 
 
 
 

PER IL PAPA

specialmente nell’anniversario della sua elezione

 
Questa Messa si dice nell’anniversario dell’elezione del Papa, dove si fanno particolari celebrazioni, purchè non ricorrano il Triduo Pasquale, le domeniche di Avvento, di Quaresima e di Pasqua, le solennità, i giorni dell’Ottava di Pasqua, la Commemorazione di tutti i fedeli defunti, il mercoledì delle Ceneri e le ferie della Settimana Santa.
 
 
 

antifona d’ingresso

«Tu sei Pietro
e su questa pietra edificherò la mia Chiesa
                                   e le porte degli inferi
non prevarranno contro di essa.
E a te darò le chiavi del regno dei cieli».      Mt 16,18-19                                            
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che nel disegno della tua sapienza
hai edificato la tua Chiesa sulla roccia di Pietro,
capo del collegio apostolico,
guarda e sostieni il nostro papa N.:
tu che lo hai scelto come successore di Pietro,
fa’ che sia per il tuo popolo
principio e fondamento visibile
dell’unità della fede e della comunione nella carità.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
Oppure:
O Dio, pastore e guida di tutti i credenti,
guarda il tuo servo N.,
che hai posto a presiedere la tua Chiesa;
sostienilo con il tuo amore,
perché edifichi con la parola e con l’esempio
il popolo che gli hai affidato,
e insieme giungano alla vita eterna. 
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
Oppure:
O Dio,  che nella serie dei successori di Pietro
hai scelto il tuo servo N.
come vicario di Cristo sulla terra e pastore di tutto il gregge,
fa’ che egli confermi i fratelli,
e tutta la Chiesa sia in comunione con lui
nel vincolo dell’unità, dell’amore e della pace,
perché tutti gli uomini ricevano da te,
pastore e vescovo delle anime, la verità e la vita eterna.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, o Padre, i nostri doni
per il sacrificio eucaristico,
e con la tua protezione custodisci la santa Chiesa
in unione con il papa N.,
che le hai dato come pastore.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario VIII
 
 
 

antifona alla comunione

                                               «Simone di Giovanni,
mi ami tu più di costoro?
Signore, tu sai tutto; tu sai che ti amo».  Gv 21,15.17
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Signore, che ci hai accolti alla tua mensa,
conferma nell’unità e nell’amore
la santa Chiesa e il tuo servo, il papa N.,
perché insieme, gregge e pastore,
procedano sicuri nel cammino della salvezza.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER IL VESCOVO

specialmente nell’anniversario della sua elezione

 
Questa Messa si dice nell’anniversario dell’ordinazione del Vescovo, dove si fanno particolari celebrazioni, purchè non ricorrano il Triduo Pasquale, le domeniche di Avvento, di Quaresima e di Pasqua, le solennità, i giorni dell’Ottava di Pasqua, la Commemorazione di tutti i fedeli defunti, il mercoledì delle Ceneri e le ferie della Settimana Santa.
 
 
 

antifona d’ingresso

«Cercherò le pecore del mio gregge»,
dice il Signore,
«e farò sorgere un pastore
che le conduca al pascolo;
io il Signore sarò il loro Dio».            Ez 34, 11. 23. 24                                      
 

 

 

COLLETTA

O Dio, pastore eterno,
che edifichi la Chiesa
con la varietà e la ricchezza dei tuoi doni,
e la governi con la forza del tuo amore,
concedi al tuo servo N.
che hai posto a capo della comunità N.
di presiederla in nome del Cristo
come maestro, sacerdote e pastore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
Oppure:
O Dio, pastore e guida di tutti i credenti,
guarda il tuo servo N.,
che hai posto a presiedere la Chiesa N.;
sostienilo con il tuo amore,
perché edifichi con la parola e con l’esempio
il popolo che gli hai affidato,
e insieme giungano alla vita eterna. 
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
Oppure:
Dona, o Padre, al tuo servo N. ,
che nella successione apostolica
hai posto a guidare il tuo popolo [di N.],
Spirito di consiglio e di fortezza,
Spirito di scienza e di pietà,
perché fedele alla sua missione
edifichi la tua Chiesa,
sacramento universale di salvezza.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accetta, Signore, le offerte che portiamo all’altare
per il tuo servo N.,
che hai scelto come dispensatore dei santi misteri
a guida del tuo popolo [di N.];
rivestilo delle virtù degli apostoli
per la crescita spirituale della tua Chiesa.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio degli Apostoli
 
 
 

antifona alla comunione

«Il Figlio dell’uomo è venuto
non per essere servito,
ma per servire e dare la sua vita
in riscatto per tutti gli uomini».  Mt 20, 28
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Moltiplica, Signore, nel [nostro] vescovo N.
i doni della tua grazia,
che scaturiscono dal sacrificio eucaristico,
perché fedele nel servizio,
riceva il premio riservato agli operai del Vangelo.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER L’ELEZIONE DEL PAPA O DEL VESCOVO

 
 
 

antifona d’ingresso

«Farò sorgere al mio servizio un sacerdote fedele,
che agirà secondo i desideri del mio cuore;
io gli darò una casa stabile
e camminerà alla mia presenza per sempre». 1 Sam 2, 35                                            
 

 

 

COLLETTA

O Dio, pastore eterno,
che governi il tuo popolo con sollecitudine di padre,
dona alla tua Chiesa
un pontefice [vescovo] a te accetto per santità di vita,
interamente consacrato al servizio del tuo popolo.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Apri, Signore, i tesori della tua misericordia
e per questa offerta,
espressione viva della nostra fede,
allieta la tua Chiesa
con il dono di un papa [vescovo] secondo il tuo cuore.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio degli Apostoli II
 
 
 

antifona alla comunione

«Io vi ho scelto e vi ho costituito
perché portiate frutto,
e il vostro frutto rimanga», dice il Signore.  Gv 15, 16
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che in questo sacramento di salvezza
ci hai ristorato con il corpo e sangue del tuo Figlio,
donaci un pastore santo
che illumini il tuo popolo con la verità del Vangelo
e lo edifichi con la testimonianza della vita.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER UN CONCILIO O UN SINODO

 
 
 

antifona d’ingresso

Al di sopra di tutto vi sia la carità,
vincolo della perfezione.
E la pace di Cristo regni nei vostri cuori.      Col 3, 14-15                                            
 

 

 

COLLETTA

O Padre, che guidi e custodisci la tua Chiesa,
dona ai tuoi servi radunati nel Concilio [Sinodo]
lo Spirito di intelligenza, di verità, di pace,
perché si sforzino di conoscere la tua volontà,
e ti servano con totale dedizione.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
Oppure:
O Dio, che governi il tuo popolo
con la soavità e la forza dell’amore,
dona il tuo Spirito di sapienza
a coloro che hai costituito maestri e guide,
perché la tua Chiesa cresca nella conoscenza della verità.
e si edifichi come tempio santo della tua gloria.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Padre misericordioso,
guarda con bontà i doni che ti offriamo
e illumina con il tuo Spirito i pastori del tuo popolo,
perché comprendano il vero e il bene come risplende ai tuoi occhi
e lo attuino con fiducia evangelica.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio dello Spirito Santo II
 
 
 

antifona alla comunione

Dov’è carità e amore, lì c’è Dio.
Ci ha riuniti tutti insieme
Cristo, amore.
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Padre santo, che ci hai nutriti di Cristo pane vivo,
fa’ che il tuo Spirito operante in questi misteri
confermi nella verità i ministri della tua Chiesa,
perché cerchino in tutto la gloria del tuo nome.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER I SACERDOTI

 
 
 

antifona d’ingresso

Lo Spirito del Signore è sopra di me;
per questo mi ha consacrato con l’unzione,
mi ha mandato
per annunziare ai poveri il lieto messaggio,
a risanare chi ha il cuore affranto,
per rimettere in libertà gli oppressi.   Lc 4, 18                                      
 

 

 

COLLETTA

O Padre, che hai costituito il tuo unico Figlio
sacerdote sommo ed eterno,
concedi a coloro che egli ha scelto
come suoi ministri e dispensatori dei santi misteri,
di essere fedeli e vigilanti nel servizio,
fino al giorno della sua venuta.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
Oppure:
Signore nostro Dio,
che guidi il popolo cristiano con il ministero dei sacerdoti,
fa’ che i tuoi eletti siano perseveranti nel servire la tua volontà,
e nella vita e nella missione pastorale
cerchino unicamente la tua gloria. 
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, che hai posto i sacerdoti
a servizio dell’Eucaristia e del tuo popolo,
con la forza di questo sacrificio santifica il loro ministero,
e fa’ che produca frutti duraturi nella tua Chiesa.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio dell’Ordine o della Messa crismale.
 
 
 

antifona alla comunione

«Padre santo, consacrali nella verità.
Come tu mi hai mandato nel mondo,
anch’io li ho mandati nel mondo»,
dice il Signore.                                   Gv 17, 17-18
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Questo sacrificio eucaristico,
che abbiamo offerto e ricevuto,
santifichi la tua Chiesa, o Signore,
e fa’ che i sacerdoti e i fedeli, in piena comunione con te,
collaborino con tutte le forze all’edificazione del tuo regno.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER IL SACERDOTE CELEBRANTE

 

1. Specialmente per un sacerdote in cura d’anime

 

antifona d’ingresso

Sono diventato ministro della Chiesa.
Dio mi ha affidato la missione
di annunziarvi il Vangelo
per rendervi perfetti in Cristo.                       Cfr Col 1, 25-28                                       
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che mi hai posto alla guida della tua famiglia
nel sacerdozio ministeriale,
non per i miei meriti, ma soltanto per la tua grazia,
fa’ che io compia degnamente il mio servizio
e preceda, sulla via del Vangelo, la comunità che mi hai affidato.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, che disponi con forza e soavità
i giorni e le stagioni della vita,
accetta i doni che la tua bontà ha posto nelle mie mani,
e per la potenza misteriosa di questo sacrificio
unisci in un solo cuore il popolo e il suo sacerdote,
perché non manchi mai al pastore la docilità dei fedeli
e ai fedeli la sollecitudine del pastore.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio dell’Ordine o della Messa crismale.
 
 
 

antifona alla comunione

                       «Come il Padre ha amato me,
così anch’io ho amato voi.
Rimanete nel mio amore».     Gv 15, 9
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, origine prima e ultimo compimento di ogni bene,
per la celebrazione di questo grande mistero,
donami di cercare sempre la giustizia e la verità,
perché con la parola e con l’esempio
io dispensi al popolo cristiano i benefici della tua grazia.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

2.

 

antifona d’ingresso

Il Signore è mia parte di eredità e mio calice:
nelle tue mani è la mia vita,
senza di te non ho alcun bene.                      Cfr Sal 15, 5.2                                         
 

 

 

COLLETTA

Ascolta o Padre, la mia umile preghiera,
e fa’ risplendere su di me
la grazia del tuo Spirito,
perché possa celebrare degnamente i tuoi misteri,
servire fedelmente la tua Chiesa
e amarti nella gioia dell’eterno amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

Guarda, Padre misericordioso, il Cristo tuo Figlio
e concedi a me, tuo servo,
che hai voluto partecipe del suo sacerdozio,
di offrirmi insieme a lui, sacerdote e vittima,
come sacrificio spirituale a te gradito.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio dell’Ordine o della Messa crismale.
 
 
 

antifona alla comunione

«Io preparo un regno per voi,
che avete perseverato con me nella prova,
perché possiate mangiare e bere alla mia mensa».     Lc 22, 28-30
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che in questo santo convito
mi hai dato la forza del pane eucaristico
e la gioia del calice della nuova alleanza,
fa’ che io ti serva con costante dedizione
e spenda la mia vita per la salvezza dei fratelli.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

3. Nell’anniversario della propria ordinazione

 

antifona d’ingresso

«Non voi avete scelto me,
ma io ho scelto voi
e vi ho costituito, perché andiate e portiate frutto,
e il vostro frutto rimanga», dice il Signore.              Gv 15, 16                                              
 

 

 

COLLETTA

Padre santo, che nella tua immensa bontà
mi hai chiamato all’intima comunione
con Cristo eterno sacerdote nel servizio della Chiesa,
fa’ che io sia annunziatore mite e coraggioso del Vangelo
e fedele dispensatore dei tuoi misteri.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

Benedici, Signore, questo sacrificio di lode,
e rinnova con il vigore del tuo Spirito
il ministero sacerdotale,
a cui senza mio merito mi hai chiamato.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio dell’Ordine o della Messa crismale.
 
 
 

antifona alla comunione

Il calice della benedizione che noi benediciamo,
è comunione con il sangue di Cristo,
e il pane che noi spezziamo
è comunione con il corpo di Cristo.  Cfr 1 Cor 10, 16
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che mi hai dato la gioia di rivivere
in questo sacrificio di lode
il giorno della mia ordinazione sacerdotale,
fa’ che io esprima nella santità della vita
il mistero che celebro all’altare.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER I MINISTRI DELLA CHIESA

 
 
 

antifona d’ingresso

Diversi carismi,
ma uno solo lo Spirito;
diversi i ministeri,
ma uno solo il Signore;
diverse le operazioni,
ma uno solo è Dio, che opera tutto in tutti.   Cfr 1 Cor 12, 4-6                                      
 

 

 

COLLETTA

O Padre, che alla scuola del Cristo tuo Figlio
insegni ai tuoi ministri
non a farsi servire, ma a servire i fratelli,
concedi loro di essere instancabili nel dono di sé,
vigilanti nella preghiera,
lieti ed accoglienti nel servizio della comunità.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Padre santo, i nostri doni
in questo memoriale del Cristo tuo Figlio,
che nell’ultima cena
volle lavare i piedi ai suoi discepoli
e fa’ che tutti noi, offrendoci in sacrificio spirituale,
siamo riempiti dello spirito di umiltà e di amore
nel servizio dei fratelli.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio dell’Ordine.
 
 
 

antifona alla comunione

«Beati i servi che il Signore al suo ritorno
troverà ancora vigilanti;
in verità vi dico,
cingerà ai fianchi le sue vesti,
li farà sedere a mensa e passerà a servirli».   Lc 12, 37
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che ci nutri con il corpo e sangue del tuo Figlio,
concedi ai tuoi ministri
di essere fedeli dispensatori della parola,
dei sacramenti e della carità
per il bene del tuo popolo e la gloria del tuo nome.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER LE VOCAZIONI AGLI ORDINI SACRI

 
 
 

antifona d’ingresso

«Pregate il padrone della mèsse,
che mandi operai nella sua mèsse»,
dice il Gesù ai suoi discepoli.                        Mt 9, 38                                                 
 

 

 

COLLETTA

O Padre, che provvedi alla tua Chiesa gli operai del Vangelo,
effondi, in una rinnovata Pentecoste,
il tuo Spirito di pietà e di fortezza,
perché susciti nel tuo popolo
degni ministri dell’altare,
annunziatori forti e miti della parola che ci salva.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Guarda con bontà, Signore,
le preghiere e le offerte del tuo popolo:
moltiplica i dispensatori dei tuoi misteri
e rendili perseveranti nel tuo amore.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio dell’Ordine.
 
 
 

antifona alla comunione

Da questo abbiamo conosciuto
l’amore di Dio:
egli ha dato la sua vita per noi,
e anche noi
dobbiamo dar la vita per i fratelli.     1 Gv 3, 16
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che ci hai nutriti di Cristo, pane vivo,
fa’ maturare, con la forza di questo sacramento,
i germi di vocazione che a piene mani
tu semini nel campo della Chiesa,
perché molti scelgano come ideale di vita
di servire te nei loro fratelli.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER I RELIGIOSI

 
 
 

antifona d’ingresso

Confida nel Signore e fa’ il bene,
abita la terra e vivi con fede.
Cerca la gioia nel Signore,
esaudirà i desideri del tuo cuore.                  Sal 36, 3-4                                              
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che ispiri e compi ogni santo proposito,
guida il tuo popolo sulla via della salvezza eterna,
e fa’ che i tuoi figli, che si sono consacrati a te
abbandonando ogni cosa
per seguire Cristo casto, povero e obbediente,
con piena fedeltà servano te, nostro Padre,
e la comunità dei fratelli.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Signore, le nostre offerte
e santifica i tuoi figli
che si sono riuniti nel tuo nome,
perché, offrendosi a te in sacrificio di lode,
compiano, nella tua Chiesa, un servizio puro e generoso.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio della professione religiosa.
 
 
 

antifona alla comunione

L’angelo del Signore disse a Elia profeta:
«Mangia perché è ancora lungo il tuo cammino».     1 Re 19, 7
 
Oppure:
Lo Spirito e la sposa dicono: Vieni.
Amen. Vieni, Signore Gesù.                         Ap 22, 17.20
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che alla mensa di un solo pane
accogli i tuoi figli, riuniti nel tuo amore,
fa’ che siano solidali tra di loro
nel compiere le opere di carità e di bene,
perché con la loro vita consacrata
rendano efficace testimonianza a Cristo Signore.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
 
 
 

PER LE VOCAZIONI RELIGIOSE

 
 
 

antifona d’ingresso

«Se vuoi essere perfetto, va’,
vendi quello che possiedi, dallo ai poveri,
poi vieni e seguimi», dice il Signore.             Mt 19, 21                                               
 

 

 

COLLETTA

Padre santo,
che chiami tutti i tuoi figli alla carità perfetta,
e inviti alcuni a seguire più da vicino
le orme del Cristo tuo Figlio,
dona a coloro che hai scelto per essere interamente tuoi,
di manifestarsi alla Chiesa e al mondo
come segni visibile del tuo regno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
Oppure (da dirsi dai religiosi):
Guarda con bontà, Signore, questa tua famiglia
e rendila sempre feconda di nuovi figli:
fa’ che raggiunga l’ideale della perfetta carità
e collabori generosamente alla salvezza dei fratelli. 
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Padre santo,
i doni che la Chiesa ti offre,
e concedi ai tuoi figli,
che hai chiamato a seguire Cristo
per la via stretta della perfezione evangelica,
di servirti con libertà di spirito
nella gioia della comunione fraterna.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

antifona alla comunione

«In verità vi dico:
voi che avete lasciato tutto
e mi avete seguito
riceverete cento volte tanto
e avrete in eredità la vita eterna».                 Cfr Mt 19, 28.29
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che ci hai nutriti
con il pane e il calice della vita eterna,
conferma la tua Chiesa e custodisci le comunità religiose
nella fedeltà alla vocazione evangelica,
perché offrano al mondo l’immagine viva del Cristo tuo Figlio.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
Oppure (da dirsi dai religiosi):
Per questa comunione al tuo sacrificio
donaci, Signore, un servizio perseverante nella tua volontà,
perché cerchiamo con tutte le forze
il regno dei cieli e la tua giustizia
e testimoniamo al mondo la tua carità. 
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER I LAICI

 
 
 

antifona d’ingresso

«Il regno dei cieli è simile al lievito
che una donna impasta con tre misure di farina,
perché la fermenti tutta».                  Mt 13, 33                                               
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che hai dato al mondo il tuo Vangelo
come fermento di vita nuova,
concedi ai laici, che vivono la loro quotidiana esperienza
al servizio della comunità umana,
di portare nelle realtà terrestri l’autentico spirito del Cristo,
per l’edificazione del tuo regno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, che nel tuo disegno universale di salvezza
chiami anche i laici a un impegno di apostolato,
concedi loro di essere lievito di santificazione
per rinnovare l’umanità nella luce del Vangelo.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario I
 
 
 

antifona alla comunione

«In questo è glorificato il Padre mio:
che diventiate miei discepoli,
e portiate molto frutto».                    Cfr  Gv 15, 8
 
Oppure:
Acclamate al Signore, popoli tutti,
servite il Signore nella gioia,
presentatevi a lui con esultanza. Alleluia.     Cfr  Sal 99, 2
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che nel convito eucaristico
ci hai comunicato la forza inesauribile del tuo Spirito,
fa’ che i tuoi figli,
impegnati nel costruire un mondo più giusto e fraterno,
siano portatori del messaggio evangelico,
per rendere presente e operante la tua Chiesa
nei problemi vitali del nostro tempo. 
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI

 
Questa Messa si può dire anche nelle domeniche del Tempo Ordinario quando si fanno particolari celebrazioni per l’unità dei cristiani.
 
 

1.

 

antifona d’ingresso

«Io sono il buon pastore
e conosco le pecore del mio gregge
e le mie pecore conoscono me», dice il Signore;
«come il Padre conosce me e io conosco il Padre;
e offro la vita per le mie pecore».                             Gv 10, 14-15                                          
 

 

 

COLLETTA

Dio creatore e Padre,
che riunisci i dispersi e li custodisci nell’unità,
guarda con bontà il gregge del tuo Figlio,
perché quanti sono consacrati da un solo Battesimo
formino una sola famiglia
nel vincolo dell’amore e della vera fede.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
Oppure:
Manda su di noi, o Padre,
una rinnovata effusione dello Spirito,
perché camminiamo in maniera degna della vocazione cristiana
offrendo al mondo la testimonianza della verità evangelica,
e operiamo fiduciosi
per unire tutti i credente nel vincolo della pace. 
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Padre, che nell’unico sacrificio del tuo Figlio
ti sei acquistato un popolo di adozione,
concedi e custodisci sempre nella tua Chiesa
i doni dell’unità e della pace.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PREFAZIO

L’unità del corpo di Cristo che è la Chiesa
 
V. Il Signore sia con voi.
R. E con il tuo spirito.
 
 V. In alto i nostri cuori.
R. Sono rivolti al Signore.
 
V. Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.
R. E’ cosa buona e giusta.
 
E’ veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno,
per Cristo nostro Signore.
 
In lui hai portato gli uomini alla conoscenza della tua verità
e hai formato la Chiesa, suo mistico corpo,
nell’unità di una sola fede e di un solo Battesimo.
 
A tutti i popoli hai donato il tuo Spirito Santo,
operatore mirabile della ricchezza e varietà dei carismi
e artefice di unità nell’amore,
lo Spirito che dimora nei tuoi figli di adozione
e con la sua presenza ineffabile
riempie e guida tutta la Chiesa.
 
E noi,
uniti nell’assemblea degli angeli e dei santi,
cantiamo con gioia l’inno della tua lode:
 
Santo, Santo, Santo il Signore Dio dell’universo.
I cieli e la terra sono pieni della tua gloria.
Osanna nell’alto dei cieli.
Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Osanna nell’alto dei cieli.
 
 
 

antifona alla comunione

Uno solo è il pane,
e noi, pur essendo molti, siamo un corpo solo,
perché partecipiamo tutti
dell’unico pane e dell’unico calice.  Cfr 1 Cor 10, 17
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, questa comunione eucaristica,
segno della nostra fraternità in Cristo,
santifichi nel vincolo dell’amore la tua Chiesa.
Per Cristo nostro Signore.
 
 

2.

 

antifona d’ingresso

Salvaci, Signore Dio nostro, e raccoglici da tutti i popoli,
perché proclamiamo il tuo santo nome
e ci gloriamo della tua lode.                          Sal 105, 47                                             
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che da ogni parte della terra
raduni gli uomini a lodare il tuo nome,
donaci la volontà e la forza di attuare ciò che comandi,
perché il popolo cristiano chiamato al tuo regno
sia animato dall’unica fede ed esprima nelle opere lo stesso amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
Oppure:
Ascolta, o Padre, la nostra preghiera,
e unisci i cuori dei fedeli nella lode del tuo nome
e nel comune impegno di conversione,
perché, superata ogni divisione fra i cristiani,
la tua Chiesa si ricomponga in comunione perfetta,
e nella gioia del Cristo cammini verso il tuo regno. 
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Dio misericordioso,
questo memoriale della nostra redenzione,
sacramento del tuo amore,
e fa’ che sia per tutti noi segno di unità e vincolo di carità.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
Prefazio come nella Messa precedente per l’unità 1.
 
 
 

antifona alla comunione

Al di sopra di tutto abbiate la carità,
che è il vincolo della perfezione;
e la pace di Cristo regni nei vostri cuori,
perché ad essa siete stati chiamati
in un solo corpo.                                Col 3, 14-15
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Infondi in noi, o Dio nostro Padre, lo spirito del tuo amore,
e con la potenza di questo sacrificio eucaristico
riunisci tutti i credenti nella concordia e nella pace.
Per Cristo nostro Signore.
 
 

3.

 

antifona d’ingresso

Un solo corpo e un solo spirito,
come una sola è la speranza alla quale siete stati chiamati,
quella della vostra vocazione;
un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo;
un solo Dio, Padre di tutti, che è al di sopra di tutti,
agisce per mezzo di tutti ed è presente in tutti noi.              Ef 4. 4-6                                                 
 

 

 

COLLETTA

Guarda con bontà il tuo popolo, Signore,
e con l’effusione del tuo Spirito
accresci in tutti i credenti l’amore della verità,
perché nella ricerca sincera e nel comune impegno
ricostruiscano la perfetta unità della tua famiglia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
Oppure:
Fa’ risplendere su di noi, o Padre, la grandezza del tuo amore,
e con la potenza del tuo Spirito togli le divisioni fra i cristiani,
perché la tua Chiesa sia visibilmente il segno innalzato tra i popoli,
e l’umanità, illuminata dal tuo Spirito,
creda in colui che hai mandato,
Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore. 
Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Il sacrificio che ti offriamo, Signore, ci liberi dal male,
e raccolga nella partecipazione all’Eucaristia tutti i tuoi figli,
chiamati alla stessa fede nell’unico Battesimo.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
Prefazio come nella Messa precedente per l’unità 1.
 
 
 

antifona alla comunione

«Siano tutti una sola cosa,
come tu, Padre, sei in me e io in te,
perché anch’essi siano in noi una cosa sola.
Io in loro e tu in me,
perché siano perfetti nell’unità.         Gv 17, 21. 23
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che ci hai nutriti alla tua mensa,
santifica e rinnova la tua Chiesa,
perché tutti coloro che si gloriano del nome cristiano
ti servano nell’unità di una sola fede.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER L’EVANGELIZZAZIONE DEI POPOLI

 
Questa Messa si può dire anche nelle domeniche del Tempo Ordinario quando si fanno particolari celebrazioni in occasione della giornata missionaria.
 
 

1.

 

antifona d’ingresso

Dio abbia pietà di noi e ci benedica;
su di noi faccia splendere il suo volto
e abbia misericordia;
perché si conosca sulla terra la tua via,
fra tutte le genti la tua salvezza.                    Sal 66, 2-3                                              
 

 

 

COLLETTA

O Dio, tu vuoi che tutti gli uomini siano salvi
e giungano alla conoscenza della verità;
guarda quant’è grande la tua mèsse e manda i tuoi operai,
perché sia annunziato il Vangelo ad ogni creatura
e il tuo popolo, radunato dalla parola di vita
e plasmato dalla forza dei sacramenti,
proceda nella via della salvezza e dell’amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
Oppure:
O Padre, che hai mandato al mondo il Cristo, vera luce,
effondi lo Spirito Santo,
che sparga il seme della verità nel cuore degli uomini
e li disponga all’obbedienza della fede,
perché tutti i tuoi figli,
rigenerati mediante il Battesimo,
formino l’unico popolo della nuova alleanza. 
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Guarda, o Padre, il volto del Cristo tuo Figlio
che ha dato se stesso per salvare l’umanità,
e fa’ che dall’Oriente all’Occidente
sia glorificato il tuo nome tra i popoli,
e si offra a te l’unico perfetto sacrificio.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
« Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario I.
 
 
 

antifona alla comunione

«Insegnate a tutti i popoli
a osservare tutto ciò che vi ho comandato»,
dice il Signore; «io sono con voi tutti i giorni
sino alla fine del mondo».                 Mt, 28, 20
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Per il pane e il calice di salvezza
che ci hai donato in questo sacramento,
fa’, o Signore, che si estenda la vera fede
sino agli ultimi confini della terra.
Per Cristo nostro Signore.
 
 

2.

 

antifona d’ingresso

Narrate tra i popoli la gloria del Signore,
a tutte le nazioni dite i suoi prodigi;
grande è il Signore e degno di lode.             Sal 95, 3-4                                              
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che hai stabilito la tua Chiesa
sacramento universale di salvezza
per continuare l’opera del Cristo sino alla fine dei secoli,
risveglia il cuore dei fedeli,
perché avvertano l’urgenza della chiamata missionaria
e da tutti i popoli della terra si formi una sola famiglia
e sorga un’umanità nuova in Cristo nostro Signore.
Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Signore, i doni e le preghiera della tua Chiesa,
come fu preziosa ai tuoi occhi
la passione redentrice del tuo Figlio.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
 
« Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario I.
 
 
 

antifona alla comunione

«Andate in tutto il mondo
e predicate il Vangelo ad ogni creatura»,
dice il Signore.                                              Mt, 28, 20
 
Oppure:
Popoli tutti, lodate il Signore, voi tutte, nazioni,
dategli gloria: perché grande è il suo amore per noi
e la fedeltà del Signore dura in eterno.         Sal 116, 1-2
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Santifica e rinnova, o Padre, i tuoi fedeli,
che hai convocato a questa mensa
ed estendi a tutte le genti, mediante l’opera della Chiesa,
i benefici della salvezza conquistata dal Cristo sulla croce.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER I CRISTIANI PERSEGUITATI

 
 
 

antifona d’ingresso

Sii fedele, Signore, alla tua alleanza,
e non dimenticare mai la vita dei tuoi poveri.
Sorgi, Signore, difendi la tua causa,
non dimenticare le suppliche di coloro che t’invocano.        Cfr Sal 73, 19-22                    
Oppure:       
Mentre Pietro era in carcere, saliva a Dio per lui
l’incessante preghiera della Chiesa.                          At 12, 5
                  
 

                                           

 

COLLETTA

O Dio, che nel mistero della tua Provvidenza
unisci la Chiesa alla passione del Cristo, tuo Figlio,
concedi a coloro che soffrono persecuzione
a causa del tuo nome,
lo spirito di pazienza e di amore,
perché siano testimoni autentici e fedeli delle tue promesse.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, o Padre, le nostre umili offerte e preghiere
e concedi ai tuoi servi, che soffrono per la fede,
la gioia di comunicare al sacrificio del tuo Figlio
e l’intima certezza che i loro nomi sono scritti nel cielo.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio dello Spirito Santo II.
 
 
 

antifona alla comunione

«Beati voi, quando vi insulteranno
e vi perseguiteranno per causa mia», dice il Signore;
«rallegratevi ed esultate, perché grande
è la vostra ricompensa nei cieli».                   Mt 5, 11-12       
        
Oppure:       
«Se mi riconoscerete davanti agli uomini,
anch’io vi riconoscerò davanti al Padre mio
che è nei cieli», dice il Signore.                     10, 32
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Con la forza di questo sacramento, o Padre,
confermaci nella verità,
e dona ai nostri fratelli perseguitati,
che seguono Cristo sulla via del Calvario,
la beatitudine di chi soffre a causa della fede.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER UNA RIUNIONE SPIRITUALE O PASTORALE

 
 
 

antifona d’ingresso

«Dove due o tre sono riuniti nel mio nome,
io sono in mezzo a loro», dice il Signore.      Mt 18, 20
                    
Oppure:       
Al di sopra di tutto vi sia la carità,
vincolo della perfezione.
E la pace di Cristo regni nei vostri cuori.      Col 3, 14-15
                  
 

                                           

 

COLLETTA

Infondi in noi, o Padre,
lo Spirito d’intelletto, di verità e di pace,
perché ci sforziamo di conoscere ciò che è a te gradito,
per attuarlo nell’unità e nella concordia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
Oppure:
Donaci, o Padre, di sentire in mezzo a noi
la presenza del Cristo tuo Figlio,
promessa a quanti sono radunati nel suo nome,
e fa’ che, nello Spirito di verità e di amore,
sperimentiamo in noi abbondanza di luce, di misericordia e di pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 

SULLE OFFERTE

Guarda, Dio misericordioso, le nostre offerte e preghiere,
e donaci di comprendere il vero e il bene
come risplende ai tuoi occhi,
e testimoniarlo con libertà evangelica.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio dello Spirito Santo II.
 
 
 

antifona alla comunione

Dov’è carità e amore, lì c’è Dio.
Ci ha riuniti tutti insieme Cristo, amore.                  
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che ci hai accolti alla tua mensa,
fa’ che il tuo Spirito operante in questi misteri
ci confermi nella tua volontà
e ci renda davanti a tutti testimoni del tuo Vangelo.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 
 

 

II. PER LA SOCIETÀ CIVILE

 

 
 

PER LA PATRIA

O PER LA COMUNITÀ CIVILE

 
 

 

COLLETTA

O Dio, che guidi l’universo con sapienza e amore,
ascolta la preghiera che ti rivolgiamo per la nostra patria:
fa’ che fiorisca la giustizia e la concordia,
e per l’onestà dei cittadini
e la saggezza dei governanti
si attui un vero progresso nella pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 

PER LA PATRIA

O PER LA COMUNITÀ CIVILE

 

COLLETTA

O Dio, che guidi l’universo con sapienza e amore,
ascolta la preghiera che ti rivolgiamo per la nostra patria:
fa’ che fiorisca la giustizia e la concordia,
e per l’onestà dei cittadini
e la saggezza dei governanti
si attui un vero progresso nella pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

PER LE AUTORITÀ CIVILI

 
 

COLLETTA

Dio onnipotente ed eterno,
nelle tue mani sono le speranze degli uomini
e i diritti di ogni popolo;
assisti con la tua sapienza coloro che ci governano,
perché, con il tuo aiuto,
promuovano su tutta la terra una pace duratura,
il progresso sociale e la libertà religiosa.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

PER GLI ORGANISMI SOPRANNAZIONALI

 
 

COLLETTA

O Dio, nostro Padre, che hai creato l’universo
e lo guidi con la tua provvidenza,
guarda con bontà i rappresentanti delle nazioni
riuniti in assemblea;
ispira loro propositi di saggezza,
perché in accordo con la tua volontà
operino scelte giuste per il bene comune e per la pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

PER IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

 
 

COLLETTA

O Dio, nostro Padre, a cui deve ispirarsi il servizio dell’autorità,
concedi al Presidente della Repubblica prosperità e salute,
perché nel compimento del suo mandato
ricerchi costantemente ciò che ti è gradito,
e promuova la libertà e la pace del suo popolo.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

PER IL PROGRESSO DEI POPOLI

 
 

antifona d’ingresso

Se uno ha ricchezze di questo mondo
e vedendo il suo fratello nel bisogno
chiude il proprio cuore,
come dimora in lui l’amore di Dio?               1Gv 3, 17                                               
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che hai dato a tutte le genti un’unica origine
e vuoi riunirle in una sola famiglia,
fa’ che gli uomini si riconoscano fratelli
e promuovano nella solidarietà lo sviluppo di ogni popolo,
perché con le risorse che hai disposto per tutta l’umanità,
si affermino i diritti di ogni persona
e la comunità umana conosca un’èra di uguaglianza e di pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, o Padre,
i doni e le preghiere della tua Chiesa,
e fa’ che tutti gli uomini, animati dal tuo Spirito di amore,
cooperino, con intesa fraterna,
a superare gli squilibri tra le nazioni
e a edificare, nella pace, una sola famiglia.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

antifona alla comunione

Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete,
bussate e vi sarà aperto»,
dice il Signore.           Lc 11, 9
 
                        Oppure:
Con il frutto delle tue opere sazi la terra, o Signore,
e trai dai campi il pane e il vino
che allietano il cuore dell’uomo.        Cfr Sal 103, 13-15
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Signore, che nell’unico pane spezzato tra noi
edifichi e rinnovi l’umana famiglia,
concedi che da questo sacramento di unità
attingiamo un amore autentico e operoso
per aiutare i popoli in via di sviluppo,
e stringere con loro rapporti di giustizia nel segno della carità.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER LA PACE E LA GIUSTIZIA

 
 

antifona d’ingresso

Da’, o Signore, la pace a coloro che sperano in te;
ascolta la preghiera dei tuoi fedeli
e guidaci sulla via della giustizia.      Cfr Sir 36, 15-16                                                 
 

 

 

COLLETTA

O Dio, che chiami tuoi figli gli operatori di pace,
fa’ che noi, tuoi fedeli, lavoriamo senza mai stancarci
per promuovere la giustizia
che sola può garantire una pace autentica e duratura.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
Oppure:
O Dio, che estendi a ogni creatura la tua paterna sollecitudine,
fa’ che tutti gli uomini, che hanno da un’unica origine,
formino una vera famiglia, unita nella concordia e nella pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
Oppure:
O Dio, creatore dell’universo,
che guidi a una mèta di salvezza le vicende della storia,
concedi all’umanità inquieta il dono della vera pace,
perché possa riconoscere in una gioia senza ombre
il segno della tua misericordia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
Oppure:
Dio della pace,
non ti può comprendere che semina la discordia,
non ti può accogliere chi ama la violenza:
dona a chi edifica la pace di perseverare nel suo proposito,
e a chi la ostacola di essere sanato dall’odio che lo tormenta,
perché tutti si ritrovino in te, che sei la vera pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Ti offriamo, o Padre, nei segni sacramentali del pane e del vino
il sacrificio del tuo Figlio, re della pace,
perché questo mistero di unità e di amore
rafforzi la concordia fra tutti i tuoi figli.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio Comune IX.
 
 
 

antifona alla comunione

Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.  Mt 5, 9
 
                        Oppure:
«Vi lascio la pace,
vi dò la mia pace», dice il Signore.    Gv 14, 27
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che ci hai nutriti
con il corpo e sangue del tuo Figlio,
donaci lo Spirito di carità,
perché diventiamo operatori della pace,
che il Cristo ci ha lasciato come suo dono.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
 
 

PER LA RICONCILIAZIONE

 
 

antifona d’ingresso

«Io sono la salvezza del popolo», dice il Signore.
«In qualunque prova mi invocheranno li esaudirò,
e sarò il loro Signore per sempre».                                          
 

 

 

COLLETTA

Dio misericordioso,
che doni agli uomini
un tempo favorevole alla riconciliazione,
perché ti riconoscano creatore e Padre,
fa’ che accogliendo la tua offerta di pace,
collaboriamo al disegno della tua volontà,
per ricondurre tutto a Cristo unico Signore.
Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
Oppure specialmente nel Tempo di Pasqua:
O Dio, autore della vera libertà,
che vuoi raccogliere tutti gli uomini in un popolo solo
libero da ogni schiavitù,
e doni a noi tuoi figli un tempo di misericordia e di perdono,
fa’ che la tua Chiesa,
crescendo nella libertà e nella pace,
splenda a tutti come sacramento di salvezza,
e riveli e attui nel mondo il mistero del tuo amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Ricorda, o Padre,
che nel sangue del tuo Figlio,
nostra pace e riconciliazione,
hai distrutto il peccato del mondo;
accogli le offerte della tua Chiesa
e fa’ che si estenda in ogni parte della terra
la libertà che Cristo ci ha donato.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
 
« Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario I, o prefazio comune I,
o prefazio della Penitenza.
 
 

antifona alla comunione

«Venite a me,
voi tutti che siete affaticati e oppressi:
io vi ristorerò», dice il Signore.          Mt 11, 28
 
                        Oppure:
«Chiedete e otterrete,
perché la vostra gioia sia piena»,
dice il Signore.                       Gv 16, 24
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre,
che ci hai nutriti del corpo e sangue del tuo Figlio,
fa’ che questo mistero di unità
accresca in noi l’amore per te e per i fratelli
e ci aiuti a portare nel mondo la tua pace.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

IN TEMPO DI GUERRA O DI DISORDINI

 
 

antifona d’ingresso

Dice il Signore:
«Io ho progetti di pace e non di sventura;
voi mi invocherete e io vi esaudirò
e vi farò tornare
da tutti i luoghi dove vi ho dispersi». Ger 29, 11.12.14
 
                                   Oppure:
Flutti di morte mi hanno circondato,
mi hanno stretto dolori d’inferno;
nella mia angoscia ho invocato il Signore,
dal tuo tempio ha ascoltato la mia voce.       Sal 17, 5-7
 

 

 

COLLETTA

O Dio, forte e misericordioso,
che condanni le guerre
e abbatti l’orgoglio dei potenti,
allontana i lutti e gli orrori che affliggono l’umanità,
perché tutti gli uomini, pacificati tra loro,
possano chiamarsi veramente tuoi figli.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli
 
Oppure:
O Dio, amico della pace,
conoscerti è vivere, servirti è regnare;
libera da ogni aggressione il popolo che confida in te,
perché, sotto la tua difesa e protezione,
possa dedicarsi senza timore al tuo servizio.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Ricordati, o Padre,
che il tuo Figlio è la nostra pace,
e nel suo sangue ha distrutto le nostre discordie:
per questa rinnovata offerta del suo sacrificio
rendi all’umanità che tu ami
la tranquillità e la pace.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

antifona alla comunione

«Vi lascio la pace,
vi dò la mia pace», dice il Signore;
«non come la dà il mondo, io la do a voi.
Non si turbi il vostro cuore
e non abbia timore».     Gv 14, 27
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Signore, che ci hai nutriti con la dolcezza di quest’unico pane,
che ci conforta nelle prove della vita,
concedi all’umanità, sconvolta dalla guerra,
di ricuperare il bene della pace,
per vivere secondo la tua legge
nella giustizia e nella fraternità.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 
 

III.       IN DIVERSE CIRCOSTANZE

DELLA VITA SOCIALE

 

 
 

ALL’INIZIO DELL’ANNO CIVILE

 
 

 

Questa Messa si può celebrare nei primi giorni dell’anno, escluso il 1° gennaio, solennità di Maria, Madre di Dio.

 
 
 

antifona d’ingresso

Tu coroni l’anno con i tuoi benefici:
i campi saranno pieni d’abbondanza.                                    Sal 64, 12
 
Oppure:
Dice il Signore: «Ecco, io sono con voi tutti i giorni,
sino alla fine del mondo».                                         Mt 28, 20
 
 

 

COLLETTA

O Dio, che vivi in eterno senza principio e senza fine,
e sei l’origine di ogni creatura,
fa’ che nell’anno nuovo, di cui ti consacriamo gli inizi,
viviamo giorni prosperi e sereni
e portiamo frutti abbondanti di buone opere.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
« Oppure:
Ispira le nostre azioni, Signore,
e accompagnale con il tuo aiuto,
perché ogni nostra attività abbia sempre da te il suo inizio
e in te il suo compimento.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Ti sia gradito, o Dio, il sacrificio che ti offriamo,
perché tutti noi, che salutiamo con gioia l’anno nuovo,
possiamo compiere nella tua amicizia
il cammino ora iniziato.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario VI.
 
 
 

antifona alla comunione

Gesù Cristo è sempre lo stesso
ieri, oggi e nei secoli eterni.               Eb 13, 8
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Assisti, Signore, il tuo popolo,
che ha partecipato ai santi misteri
e si affida alla tua protezione,
e donagli di trascorrere l’anno nuovo
lontano da ogni pericolo, nella serenità e nella pace.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER LA SANTIFICAZIONE DEL LAVORO

 
 
 

antifona d’ingresso

In principio Dio creò il cielo e la terra.
Dio creò l’uomo a sua immagine.
Dio vide l’opera delle sue mani
ed era cosa molto buona.                               Cfr Gn 1, 27. 31
 
Oppure:
Sia su di noi la tua bontà, o Signore,
e tu rendi feconda l’opera delle nostre mani.                       Sal 89, 17
 
 

 

COLLETTA

O Padre, che chiami gli uomini a cooperare,
mediante il lavoro quotidiano,
al disegno immenso della tua creazione,
fa’ che nello sforzo comune
di costruire un mondo più giusto e fraterno
ogni uomo trovi un posto conveniente alla sua dignità,
per attuare la propria vocazione e contribuire al progresso di tutti.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
« Oppure:
O Dio, che affidi a ogni uomo l’impegno quotidiano del lavoro,
benedici l’opera che iniziamo,
perché contribuisca al benessere della società
e alla diffusione del tuo regno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
« Oppure:
O Dio, che hai sottomesso al lavoro dell’uomo
le immense risorse del cosmo,
donaci di svolgere la nostra attività con spirito cristiano,
nella consapevolezza che ogni uomo è nostro fratello,
per essere tuoi degni collaboratori al progetto della creazione.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, con il pane e il vino presentàti all’altare
tu doni all’uomo il cibo che lo sostiene
e il sacramento che lo rinnova;
fa’ che non ci manchi mai questo alimento del corpo e dello spirito.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Oppure:
Accetta, Signore, i doni della tua Chiesa,
che nei segni del pane e del vino consacra a te la fatica dell’uomo,
e concedi a tutti noi di cooperare giorno per giorno
alla redenzione del Cristo salvatore.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario V, « o comune IX.
 
 
 

antifona alla comunione

Tutto ciò che fate in parole e opere,
tutto si compia nel nome del Signore Gesù,
rendendo per mezzo di lui grazie
a Dio Padre.                                       Col 3, 17
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che ci hai convocato a questa santa mensa,
segni di unità e di amore,
donaci di compiere con fiducia l’opera che ci hai affidato,
per provvedere alle necessità della vita
e cooperare all’edificazione del tuo regno.
Per Cristo nostro Signore.
 
Oppure:
O Dio, che in questo sacramento
ci dai la comunione ai beni del cielo,
provvedi alla tua famiglia i beni necessari
alla dignità e sicurezza della vita terrena.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

NEL TEMPO DELLA SEMINA

 
 
 

antifona d’ingresso

Sia su di noi la tua bontà, o Signore,
e tu rendi feconda l’opera delle nostre mani.                       Sal 89, 17
 
 

 

COLLETTA

O Dio, nostro Padre, fiduciosi nel tuo aiuto,
affidiamo ai solchi il nuovo seme;
dona fecondità al nostro lavoro,
perché l’umile sforzo dei tuoi figli
sia compensato da un abbondante raccolto.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
« Oppure:
Signore, benedici il tuo popolo e assistilo con paterna bontà,
perché la nostra terra produca i suoi frutti,
e chi ti ha invocato nel tempo della semina,
possa ringraziarti per l’abbondanza del raccolto.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, o Padre, i nostri doni,
tu che sei il vero operatore dei progressi materiali
e il grande agricoltore dei campi dello spirito;
sostieni e proteggi il nostro lavoro,
perché possiamo raccogliere abbondanti frutti dalla terra
e con i doni della tua provvidenza
cooperiamo sempre alla tua gloria.
Per Cristo nostro Signore.
 
« Oppure:
Accogli, Signore, i nostri doni,
e come questo pane, formato dai chicchi di frumento,
si trasformerà nel corpo del Cristo, tuo Figlio,
così il seme, posto nei solchi del campo,
sia fecondato dalla tua benedizione.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario V.
 
 
 

antifona alla comunione

Il Signore elargirà il suo bene
e la nostra terra produrrà il suo frutto.          Sal 84, 13
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che ci hai accolti alla tua mensa,
benedici il lavoro delle nostre mani,
perché i tuoi figli,
che da te ricevono esistenza, energia e vita,
possano trarre dalla semina una mèsse abbondante.
Per Cristo nostro Signore.
 
Oppure:
Dona ai tuoi fedeli, Dio onnipotente,
l’abbondanza dei frutti della terra,
perché giovino al nostro sostentamento
e alla nostra crescita spirituale,
e diventino primizia dei beni eterni,
di cui ci hai dato il pegno in questi sacramenti.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

DOPO IL RACCOLTO

 
 
 

antifona d’ingresso

La terra ha dato il suo frutto;
ci benedica il Signore, Dio nostro.                Sal 66, 7-8
 
 

 

COLLETTA

O Dio, Padre buono,
che hai affidato all’uomo le risorse della terra,
fa’ che il nuovo raccolto,
dono del tuo amore e frutto dell’umana fatica,
porti serenità nelle nostre case,
e cooperi al bene di tutti a lode della tua gloria.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
Oppure:
Ti ringraziamo, Signore,
per i frutti che ogni anno la terra produce a beneficio dell’umanità:
tu che rendi fecondo il seme e lo moltiplichi con generosa larghezza,
fa’ che in eguale misura maturi in tutti noi
il germe della giustizia e il frutto della pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Santifica, o Dio, questi frutti della terra,
che ti presentiamo in rendimento di grazie;
tu che hai reso fecondo il lavoro dei campi,
fa’ che la tua parola cresca in noi e porti frutti di vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario V.
 
 
 

antifona alla comunione

Con il frutto delle tue opere
sazi la terra, o Signore,
e trai dai campi il pane e il vino
che allietano il cuore dell’uomo.        Cfr Sal 103, 13-15
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che in questo sacro convito hai radunato la tua famiglia,
lieta e riconoscente per il nuovo raccolto,
fa’ che essa ottenga benefici ancora più grandi,
per cantare in eterno le tue lodi.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 

PER LA FAME NEL MONDO

 
 
 

1.

antifona d’ingresso

Sii fedele, Signore, alla tua alleanza,
non dimenticare mai la vita dei tuoi poveri.  Sal 73, 20.19
 
 

 

COLLETTA

Signore, che nella tua benevolenza
provvedi alle necessità di tutte le creature,
fa’ che noi tuoi fedeli dimostriamo realmente
il nostro amore per i fratelli che soffrono la fame,
perché, liberati dal bisogno e dalla miseria,
possano servirti nella serenità e nella pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accetta, Signore, i doni
che tu stesso hai posto nelle nostre mani;
questo mistero eucaristico,
che ci apre i tesori della vita divina
ed esprime la comunione nella tua Chiesa,
ci spinga a spezzare fra noi il pane terreno
nel nome della carità fraterna.
Per Cristo nostro Signore.
 
 

antifona alla comunione

«Venite a me, voi tutti
che siete affaticati e oppressi:
io vi ristorerò», dice il Signore.         Mt 11, 28
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Dio Padre onnipotente, che alla tua mensa
ci hai nutriti con il pane vivo, disceso dal cielo,
suscita in noi un generoso impegno
di soccorrere i fratelli provati dalla fame.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

2. Nelle regioni provate dalla fame

 
 

 

COLLETTA

O Dio, che non vuoi la morte ma la vita,
e disponi il cibo per ogni tua creatura,
allontana la fame che incombe su di noi,
perché sollevati dalle angustie presenti,
possiamo servirti nella sicurezza e nella gioia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Signore, questi umili doni
che ti offriamo in questo tempo di miseria e di fame,
perché diventino segno e primizia
della tua paterna generosità.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che in questo sacramento ci hai donato il pane del cielo,
infondi i noi coraggio e speranza,
perché possiamo superare questo momento difficile
e provvedere alle nostre necessità e al bene dei fratelli.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER I PROFUGHI E GLI ESULI

 
 
 

antifona d’ingresso

Egli darà ordine ai suoi angeli
di custodirti in tutti i tuoi passi.        Sal 90, 11
 
Oppure:
Dice il Signore: «Io ho progetti di pace
e non di sventura; voi mi invocherete
e io vi esaudirò e vi farò tornare
da tutti i luoghi dove vi ho dispersi».                       Ger 29, 11.12.14
 
 

 

COLLETTA

O Dio, Padre di tutti gli uomini,
per te nessuno è straniero,
nessuno è escluso dalla tua paternità;
guarda con amore i profughi, gli esuli,
le vittime della segregazione,
e i bambini abbandonati e indifesi,
perché sia dato a tutti il calore di una casa e di una patria,
e a noi un cuore sensibile e generoso
verso i poveri e gli oppressi.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, che hai voluto che il tuo Figlio donasse la vita
per radunare l’umanità dispersa,
accogli la nostra offerta
e per questo sacrificio eucaristico, segno di unità e di pace,
fa’ che tutti gli uomini si riconoscano fratelli.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
« Prefazio comune VII.
 
 

antifona alla comunione

Tu sei il mio rifugio e la mia fortezza,
mio Dio in cui confido.          Sal 90, 2
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che ci hai nutriti con l’unico pane e l’unico calice,
suscita in noi uno spirito nuovo
di umana comprensione e di ospitalità evangelica
verso i nostri fratelli lontani dalla famiglia e dalla patria,
e fa’ che un giorno meritiamo
di ritrovarci tutti insieme nella tua casa.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

« PER I MIGRANTI

 
 
 

antifona d’ingresso

Cristo è la nostra pace:
egli ha fatto dei due un unico popolo,
abbattendo il muro di separazione
per creare un solo uomo nuovo.         Cfr Ef 2, 14-15
 
 

 

COLLETTA

O Padre, che hai mandato il tuo Figlio
a condividere le nostre fatiche e le nostre speranze
e hai posto in lui il centro della vita e della storia,
guarda con bontà a quanti migrano per lavoro
lungo le vie del mondo,
perché trovino ovunque la solidarietà fraterna
che è libertà, pace e giustizia nel tuo amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Signore, il pane e il vino
segno della tua provvidenza
e del nostro impegno fraterno
e trasformali nel sacrificio
che unisce tutti gli uomini
in una sola famiglia.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio comune VII.
 
 

antifona alla comunione

«Ero forestiero e mi avete ospitato,
affamato e mi avete dato da mangiare;
malato e mi avete visitato».               Mt 25, 35-36
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Padre santo, che da ogni lingua e nazione
hai voluto creare un solo popolo nuovo,
fa’ che la comunione al corpo e al sangue del tuo Figlio
ci liberi da ogni egoismo e divisione,
e ci trasformi in una comunità di fratelli uniti nello stesso spirito.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER I PRIGIONIERI

 
 
 

antifona d’ingresso

A te grido giorno e notte,
Signore, Dio della mia salvezza.
Tendi l’orecchio al mio lamento,
giunga fino a te la mia preghiera.      Sal 87, 2-3
 
 

 

COLLETTA

O Dio, il tuo Figlio ha assunto la condizione del servo
per liberare l’uomo dalla schiavitù del peccato,
concedi ai nostri fratelli prigionieri
di gustare di nuovo il dono della libertà,
bene inalienabile di tutti i tuoi figli.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Per questo sacrificio di redenzione
che la Chiesa ti offre, Signore,
concedi ai nostri fratelli prigionieri
di ritornare presto alle loro case,
per godere la gioia della vera libertà.
Per Cristo nostro Signore.
 
 

antifona alla comunione

Loderò con il canto il nome del Signore,
lo esalterò con azioni di grazie,
perché egli ascolta i poveri
e non disprezza la voce dei prigionieri.         Sal 68, 31.34
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Per il corpo e il sangue del tuo Figlio,
prezzo della nostra libertà,
fa’ cadere, o Padre, le catene della tirannia e dell’oppressione,
perché gli uomini, finalmente liberi,
possano cooperare al tuo regno di giustizia e di pace.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER I CARCERATI

 
 
 

COLLETTA

Padre santo e misericordioso,
che vedi i segreti dei cuori,
tu solo riconosci l’innocenza e puoi ridonare una vita nuova
a chi ha provato l’amarezza della colpa;
ascolta la nostra preghiera per i carcerati,
perché nella loro pena siano confortati
dalla fiducia e dalla speranza cristiana,
e tornando alle loro case siano accolti nella comunità con amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 

PER I CARCERATI A CAUSA DEL VANGELO si dicono le orazioni come sopra «Per i cristiani perseguitati».

 
 
 

PER GLI INFERMI

 
 

antifona d’ingresso

Pietà di me, Signore, poiché sono senza forza;
risanami, Signore, poiché languiscono le mie membra.         Sal 6, 3
 
Oppure:
Il Signore si è caricato delle nostre sofferenze,
si è addossato i nostri dolori.                        Cfr Is 53, 4
 

 

COLLETTA

O Dio, il tuo unico Figlio
ha preso su di sé la povertà e la debolezza di tutti gli uomini,
rivelando il valore misterioso della sofferenza,
benedici i nostri fratelli infermi,
perché tra le angustie e i dolori non si sentano soli,
ma uniti a Cristo, medico dei corpi e delle anime,
per la preghiera unanime della Chiesa,
godano della consolazione promessa agli afflitti.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
Oppure:
Dio misericordioso, salvezza eterna dei credenti,
ascolta le preghiere che ti rivolgiamo per i nostri fratelli infermi,
perché possano insieme a noi renderti grazie nella tua Chiesa.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, che vegli con amore di Padre
sulle vicende della nostra vita,
accogli i doni e le preghiere
che ti offriamo per i fratelli infermi,
perché sentano la continua presenza del Signore
che porta su di sé il dolore del mondo.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
« Prefazio comune VIII.
 
 

antifona alla comunione

Completo nella mia carne
ciò che manca ai patimenti di Cristo,
a favore del suo corpo che è la Chiesa.         Col 1, 24
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, provvido rifugio dei sofferenti,
che in questo pane eucaristico
ci hai dato il pegno della vita immortale,
manifesta la tua paterna bontà
verso i nostri fratelli infermi,
perché, animati dalla speranza che non delude,
sperimentino la forza consolatrice del tuo Spirito.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER I MORIBONDI

 
 

antifona d’ingresso

Se noi viviamo, viviamo per il Signore;
se noi moriamo, moriamo per il Signore.       Rm 14, 8
 
Oppure:
Il Signore si è caricato delle nostre sofferenze,
ha preso su di sé i nostri dolori.                                Cfr Is 53, 4
 

 

COLLETTA

Dio grande e misericordioso,
che nella morte del Cristo hai aperto agli uomini la via della vita eterna,
veglia sul nostro fratello N. nelle sofferenze dell’agonia,
perché unito alla passione del tuo Figlio
e asperso dal suo sangue redentore,
possa presentarsi con fiducia davanti al tuo volto.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
Oppure, PER COLORO CHE MORIRANNO NELLA GIORNATA:
Dio onnipotente ed eterno,
che manifesti in ogni tempo e in ogni luogo
il tuo amore per tutte le creature,
accogli la nostra preghiera
per i fratelli che moriranno in questo giorno;
tu che li hai redenti con il sangue del tuo Figlio,
concedi loro di lasciare questo mondo
liberi da ogni peccato
e di ottenere dalla tua misericordia di Padre
il riposo senza fine.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accetta, o Padre, questo sacrificio
che la Chiesa ti offre per il nostro fratello N.,
che si spegne alla vita terrena,
perché, purificato da ogni colpa
attraverso le sofferenze sopportate con fede,
entri nel riposo che tu gli hai preparato.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio comune VIII.
 
 

antifona alla comunione

«Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue
ha la vita eterna», dice il Signore,
«e io lo risusciterò nell’ultimo giorno».         Gv 6, 54
 
Oppure:
Completo nella mia carne
ciò che manca ai patimenti di Cristo,
a favore del suo corpo che è la Chiesa.         Col 1, 24
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Sostieni e consola, Signore, il nostro fratello N.,
con la potenza di questo sacrificio,
perché, nell’ora della morte,
non tema gli assalti del nemico,
ma per mano dei tuoi angeli
compia serenamente il passaggio alla vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

IN TEMPO DI TERREMOTO

 
 

COLLETTA

Dio creatore,
che reggi con la tua sapienza l’armonia dell’universo,
abbi pietà di noi tuoi fedeli, sconvolti dai cataclismi
che scuotono le profondità della terra;
vegli a sull’incolumità delle nostre famiglie,
perché, anche nella sventura,
sentiamo su di noi la tua mano di Padre,
e, liberati dal pericolo, possiamo cantare la tua lode.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

PER CHIEDERE LA PIOGGIA

 
 

COLLETTA

O Dio, dal quale tutte le creature
ricevono energia, esistenza e vita,
dona alla terra assetata il refrigerio della pioggia,
perché l’umanità, sicura del suo pane,
possa ricercare con fiducia i beni dello spirito.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

PER CHIEDERE IL BEL TEMPO

 
 

COLLETTA

Dio onnipotente ed eterno,
che in ogni evento, triste o lieto,
metti alla prova la nostra fede e ci incoraggi alla speranza,
ridona a noi, con la serenità del cielo,
un segno della tua paterna bontà,
perché, nella tranquillità e nella gioia,
possiamo lavorare al benessere delle nostre famiglie
a gloria del tuo nome.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

CONTRO LE TEMPESTE

 
 

COLLETTA

Dio onnipotente, che domini il cielo e la terra,
ascolta la nostra preghiera:
con la tua mano allontana da noi il flagello delle tempeste,
perché la nostra presente trepidazione
si trasformi in gioioso ringraziamento.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

PER QUALUNQUE NECESSITÀ

 
 

1.

antifona d’ingresso

«Io sono la salvezza del popolo», dice il Signore.
«In qualunque prova mi invocheranno li esaudirò
e sarò il loro Signore per sempre».                           
 
 

 

COLLETTA

Dio onnipotente e misericordioso,
ristoro nella fatica, sostegno nella debolezza, conforto nel pianto,
ascolta la preghiera che, coscienti delle nostre colpe,
rivolgiamo a te:
salvaci dalle angustie presenti
e donaci un sicuro rifugio nella tua misericordia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, o Padre, le nostre offerte e preghiere,
perché i tuoi fedeli, che gemono sotto il peso del peccato,
sperimentino la grazia del perdono.
Per Cristo nostro Signore.
 
 

antifona alla comunione

«Venite a me,
voi tutti che siete affaticati e oppressi:
io vi ristorerò», dice il Signore.         Mt 11, 28
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Padre, che ci hai confortato con la dolcezza del pane della vita,
liberaci dai mali che ci affliggono a causa dei nostri peccati
e ridonaci la prosperità e la pace
per i meriti della passione del tuo Figlio.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
 
 

2.

antifona d’ingresso

Svègliati, perché dormi, Signore?:
dèstati, non ci respingere per sempre.
Perché nascondi il tuo volto,
dimentichi la nostra miseria e oppressione?
Siamo prostrati nella polvere,
il nostro corpo è steso a terra:
sorgi, Signore, vieni in nostro aiuto
e salvaci per la tua misericordia.        Sal 43, 23-26                
 
 

 

COLLETTA

Dio onnipotente e misericordioso,
guarda la nostra dolorosa condizione:
conforta i tuoi figli e apri i nostri cuori alla speranza,
perché sentiamo in mezzo a noi la tua presenza di Padre.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, o Padre, i doni che ti offriamo con fede sincera
e unisci la nostra sofferenza di questi giorni
al sacrificio del Cristo tuo Figlio.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
 
 

antifona alla comunione

«Se chiederete qualche cosa al Padre
nel mio nome, egli ve la darà.
Chiedete e otterrete,
perché la vostra gioia sia piena»,
dice il Signore.                                   Gv 16, 23-24
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Per la forza di questo sacramento, Signore,
fa’ che affrontiamo con animo forte e sereno
gli impegni e le responsabilità che ci attendono
e consolati da te sappiamo confortare i nostri fratelli.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER RINGRAZIAMENTO

 
 

antifona d’ingresso

Cantate e inneggiate al Signore
con tutto il vostro cuore,
rendendo grazie sempre e per ogni cosa
a Dio Padre
nel nome del Signore nostro Gesù Cristo.                           
 
 

 

COLLETTA

O Padre, che esaudisci sempre la voce dei tuoi figli,
ricevi il nostro umile ringraziamento,
e fa’ che in una vita serena
e libera dalle insidie del male
lavoriamo con rinnovata fiducia
all’edificazione del tuo regno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
Oppure:
O Dio, fonte di ogni bene,
principio del nostro essere e del nostro agire,
fa’ che riconosciamo i benefici della tua paternità
e ti amiamo con tutto il cuore e con tutte le forze.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Padre, che hai mandato il tuo Figlio
a strapparci dal dominio della morte e del peccato,
accogli questo sacrificio di lode
che ti offriamo in rendimento di grazie,
perché abbiamo sperimentato la tua potenza liberatrice
nell’ora della nostra tribolazione.
Per Cristo nostro Signore.
 
Oppure:
Accogli, Signore, questo sacrificio,
che ti offriamo in rendimento di grazie per i tuoi benefici
e fa’ che al dono della tua benevolenza
corrisponda l’impegno generoso della nostra vita
a servizio della tua gloria.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio comune IV.
 
 

antifona alla comunione

Ti rendo grazie, Signore, con tutto il cuore;
hai ascoltato le parole del mio labbro.           Sal 137, 1
 
Oppure:
Che cosa renderò al Signore
per quanto mi ha dato?
Alzerò il calice della salvezza
e invocherò il nome del Signore.       Sal 115, 12-13
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che per la forza di questo pane eucaristico
ci liberi dal peccato e ci doni energie sempre nuove,
fa’ che, di giorno in giorno,
cresciamo nella tua carità e nella speranza della gloria.
Per Cristo nostro Signore.
 
Oppure:
Signore Dio nostro,
che ci hai reso come cibo spirituale
il sacrificio a te offerto in rendimento di grazie,
trasformaci con la potenza e la gioia del tuo Spirito,
perché possiamo servirti con rinnovato entusiasmo,
e sperimentare ancora i tuoi benefici.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 
 
 

IV.       PER ALCUNE NECESSITÀ

PARTICOLARI

 

 
 

PER LA REMISSIONE DEI PECCATI

 
 

antifona d’ingresso

Tu ami tutte le tue creature, Signore,
e nulla disprezzi di ciò che hai creato;
tu dimentichi i peccati di quanti si convertono
e li perdoni,
perché tu sei il Signore nostro Dio.                           Cfr Sap 11, 23-26
 
 

 

COLLETTA

Ascolta, Padre misericordioso, le nostre umili preghiere:
noi confessiamo a te le nostre colpe,
e tu, nella tua bontà, donaci il perdono e la pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
Oppure:
Guarda con bontà, Signore, al tuo popolo;
perdona tutte le nostre colpe
e nella tua misericordia allontana da noi i meritati castighi.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, Signore, questa vittima di riconciliazione,
perdona le nostre colpe,
e guida i nostri cuori vacillanti sulla via del bene.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio delle domeniche del Tempo Ordinario IV, o« della Penitenza, o Comune II.
 
 
 

antifona alla comunione

«Ci sarà gioia davanti agli angeli di Dio
per un solo peccatore che si converte».         Lc 15, 10
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, nostro Padre,
che nella partecipazione alla tua mensa
ci hai dato la grazia del perdono,
fa’ che in avvenire evitiamo ogni peccato
e ti serviamo con cuore sincero.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER CHIEDERE LA VIRTÙ DELLA CARITÀ

 
 

antifona d’ingresso

«Toglierò da voi il cuore di pietra
e vi darò un cuore di carne;
porrò il mio spirito dentro di voi,
voi sarete il mio popolo
e io sarò il vostro Dio».                     Ez 36, 26-28
 
 

 

COLLETTA

Infiamma, o Padre, i nostri cuori
con lo Spirito del tuo amore,
perché pensiamo e operiamo secondo la tua volontà
e ti amiamo nei fratelli con sincerità di cuore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Santifica, Signore, i nostri doni,
e accettali come offerta spirituale a te gradita,
e fa’ che la partecipazione a questo sacrificio
ci renda testimoni del tuo amore.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

antifona alla comunione

Tre sono le cose che rimangono:
la fede, la speranza e la carità;
ma la più grande di tutte è la carità.              1Cor 13, 13
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che ci hai nutriti dell’unico pane della vita,
donaci il tuo Spirito,
perché gustiamo sempre la gioia della perfetta carità.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER LA CONCORDIA

 
 

antifona d’ingresso

La moltitudine dei credenti
era un cuor solo e un’anima sola.
Con grande forza gli Apostoli
rendevano testimonianza al Signore risorto
ed erano graditi a tutto il popolo.                  Cfr At 4, 32.33
 
 

 

COLLETTA

O Dio, che sei la perfetta unità e il sommo amore,
fa’ che i tuoi fedeli siano un cuor solo e un’anima sola,
perché la Chiesa si edifichi nella concordia
e saldamente fondata sulla confessione della verità
possa godere i doni dell’unità e della pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Dio, che ci rinnovi a tua immagine
con la tua parola e i tuoi sacramenti,
guida i nostri passi sulle tue vie
e per questo sacrificio donaci quello spirito di carità,
che la nostra fede ci fa sperare.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio dell’unità dei cristiani.
 
 
 

antifona alla comunione

«Padre, prego per quelli che crederanno in me,
perché siano in noi una cosa sola,
e il mondo creda che tu mi hai mandato».    Gv 17, 20.21
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Signore, che ci hai accolti alla mensa eucaristica,
convito di unità e vincolo di amore,
fa’ che, vivendo unanimi nella tua Chiesa,
possediamo veramente la pace che offriamo
e custodiamo la pace che dagli altri riceviamo.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER LA FAMIGLIA

 
 

antifona d’ingresso

Onora tuo padre e tua madre,
perché tu sia felice
e abbia lunga vita sopra la terra.                    Cfr Ef 6, 2-3
 
 

 

COLLETTA

O Dio, origine e fondamento della comunità domestica,
fa’ che nelle nostre famiglie
imitiamo le stesse virtù e lo stesso amore
della santa famiglia di Nazareth,
perché, riuniti insieme nella tua casa,
possiamo godere la gioia senza fine.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accetta con bontà, Signore,
questo sacrificio di riconciliazione,
che ti offriamo per le nostre famiglie,
perché le custodisca nella tua amicizia e nella tua pace.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

antifona alla comunione

Anche se una madre dimenticasse il suo bambino
io non mi dimenticherò di te, dice il Signore.           Cfr Is 49, 15
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Padre misericordioso,
che ci hai nutriti alla tua mensa,
donaci di seguire gli esempi della santa Famiglia,
perché, dopo le prove di questa vita,
siamo associati alla sua gloria in cielo.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER I PARENTI E GLI AMICI

 
 

antifona d’ingresso

Domandate pace per Gerusalemme:
sia pace a coloro che ti amano.
Per i miei fratelli e i miei amici
io dirò: su di te sia pace.                    Sal 121, 6.8
 
 

 

COLLETTA

O Dio, che per la grazia dello Spirito Santo
effondi sui credenti i doni del tuo amore,
concedi ai nostri parenti e amici
la salute dell’anima e del corpo,
perché ti amino con tutto il cuore
e compiano ciò che è gradito alla tua volontà.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Ti offriamo, Signore, questo sacrificio di lode
per i nostri parenti e amici;
colmali delle tue benedizioni,
perché, congiunti nel vincolo del tuo amore,
sperimentiamo i benefici della redenzione.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

antifona alla comunione

«Chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli,
è per me fratello, sorella e madre»,
dice il Signore.                                   Mt 12, 50
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Dio, che ci hai accolto alla tua mensa,
concedi ai nostri parenti e amici
il perdono dei peccati, la serenità della vita,
il conforto della tua protezione,
perché riuniti nella tua Chiesa possiamo servirti con un cuore solo
e giungere un giorno a contemplare il tuo volto.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER COLORO CHE CI AFFLIGGONO

 
 

antifona d’ingresso

«Amate i vostri nemici», dice il Signore;
«fate del bene a coloro che vi odiano,
benedite coloro che vi maledicono».             Lc 6, 27-28
 
 

 

COLLETTA

O Dio, che nel comandamento del tuo amore
ci ordini di amare coloro che ci affliggono,
aiutaci a osservare i precetti della nuova legge,
rendendo bene per male
e portando gli uni i pesi degli altri.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

Accogli, o Padre, questo sacrificio,
che nel desiderio di aver pace con tutti
ti offriamo per coloro che ci fanno soffrire,
ricordando la morte del tuo Figlio,
che ci ha riconciliati con te.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

antifona alla comunione

Beati gli operatori di pace:
saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per causa della giustizia:
di essi è il regno dei cieli.                              Mt 5, 9-10
 
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

Per questo mistero della nostra redenzione
donaci, Signore, di vivere in pace con tutti
e guarda benigno coloro che ci affliggono,
perché in un rinnovato vincolo di fraternità
possiamo insieme render grazie al tuo nome.
Per Cristo nostro Signore.
 
 
 

PER CHIEDERE LA GRAZIA

DI UNA BUONA MORTE

 
 

antifona d’ingresso

Anche se camminassi in una valle di morte,
non temerò alcun male
perché tu sei con me, Signore, mio Dio.
Il tuo bastone e il tuo vincastro mi danno conforto. Sal 22, 4
 
 

 

COLLETTA

O Dio, che ci hai creato a tua immagine
e hai voluto che il tuo Figlio morisse per noi,
fa’ che liberi dal peccato
viviamo sempre vigilanti nella preghiera,
perché nell’ora della morte,
passando da questo mondo a te,
possiamo riposare fra le braccia della tua misericordia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
 
 
 

SULLE OFFERTE

O Padre, che nella morte del tuo unico Figlio
hai distrutto la nostra morte,
per la potenza del suo sacrificio
donaci di essere, come lui,
obbedienti alla tua volontà sino alla fine,
perché in un sereno passaggio alla vita eterna
possiamo partecipare alla gloria della risurrezione.
Per Cristo nostro Signore.
 
Prefazio comune V o VI.
 
 

antifona alla comunione

«Vegliate e pregate in ogni momento,
per esser degni di comparire
davanti al Figlio dell’uomo».            Cfr Lc 21, 36
 
Oppure:
Nessuno di noi vive per se stesso,
e nessuno muore per se stesso.
Sia che viviamo, sia che moriamo,
siamo del Signore.                             Cfr Rm 14, 7-8
 
 
 

DOPO LA COMUNIONE

O Signore, che in questa partecipazione ai tuoi misteri
ci hai dato il pegno della vita immortale,
aiutaci nel momento della morte
a vincere le insidie del maligno
per essere da te accolti nella gloria eterna.
Per Cristo nostro Signore.