Non c’è sapienza, né fede, né bellezza, se non ho in me la Carità. Solo l’amore è specchio dell’Eterno, non finirà in un tramonto. Non c’è potenza, né forza, né speranza, se non ho in me la Carità. Un grido sale da chi non ha che te Signore della vita. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. Tra le mie braccia il dono del conforto Nel mio silenzio la forza del perdono Nei miei pensieri la strada verso te Signore della vita. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. Con te Vincenzo risplende un’alba nuova, un sole che vivrà negli occhi dei più poveri. La Carità in te si fa presenza, il sogno dell’eterno in te si fa realtà. In te si si fa realtà, in te si fa realtà, in te si fa realtà.
Martiri di Cambrai (Maria Maddalena Fontaine - Maria Teresa Lanel - Teresa Maddalena Fantou - Giovanna Gerard)
Martiri di Cambrai (Maria Maddalena Fontaine - Maria Teresa Lanel - Teresa Maddalena Fantou - Giovanna Gerard)


 


 

Sono le Figlie della Carità che appartenevano alla casa di Arras e note come martiri di Cambrai, in quanto al tempo della rivoluzione francese coronarono con il martirio in questa città, il 26 giugno 1794, il loro servizio dei poveri. Esse sono:
 

Maria Maddalena Fontaine, nata il 22 aprile 1723 a Entrepagny ed entrata tra le Figlie della Carità il 9 luglio 1748;

Maria Teresa Lanel, nata il 24 agosto 1745 nella cittadina di Eu e accolta nella Famiglia Vincenziana il 10 aprile 1764;

Teresa Maddalena Fantou, nata il 29 luglio 1747 a Miniac-Morvan ed entrata nel seminario delle Figlie della Carità a Parigi il 28 novembre 1771;

Giovanna Gerard, nata a Cumièrs il 23 ottobre 1752 ed entrata tra le Figlie della Carità il 17 Settembre 1776.


Furono beatificate tutte insieme il 13 giugno 1920.
La loro memoria liturgica si celebra il 26 giugno.